- StoriaSegreta - https://storiasegreta.com -

Dio salvi Robert Kennedy Junior

depuydt KennedySe c’è una persona che ha assoluto bisogno della protezione del cielo oggi, questa è proprio Robert Kennedy Junior.
In questo nostro mondo, che si avvia sempre più velocemente verso il baratro, Kennedy Jr. resta uno dei pochi a promuovere la verità, con assoluto disprezzo del pericolo.
In una importantissima intervista di Francesco Toscano di Vox Italia TV[1] a Senta Depuydt, la Responsabile europea della Fondazione Kennedy per la difesa della salute dei bambini (Children’s Health Defense Foundation) si dice, appunto, la verità, in modo piano e sereno: la pandemia del Covid 19 è stata promossa e organizzata a tavolino per vaccinare tutta l’umanità.

 

Per chi non avesse tempo di ascoltare la lunga intervista ne riportiamo alcune perle.

La Depuydt cominciò a interessarsi dei vaccini nel 2014 con la nascita della Global Health Security Agenda, un gruppo di 60 paesi e di organizzazioni varie con lo scopo di rendere il mondo più sicuro per le infezioni, implementando una regolamentazione internazionale vincolante. A proposito delle previsioni che si auto-avverano, il suo inquietante motto era: “Nessun paese è sicuro finché tutti i paesi non sono sicuri”.
È questa oscura organizzazione che è dietro alla omogeneità di comportamento di tutti i paesi  nei confronti della pandemia (con forse l’eccezione della Tanzania il cui spiritoso presidente ha inviato all’OMS i tamponi positivi di una capra, di una pecora e di una papaya).
La GHSA ha dettato l’agenda delle vaccinazioni di massa e l’Italia era stata ‘nominata’ (sic) per essere la prima a sperimentare una dozzina di vaccini obbligatoria per i propri bambini (con il ministro Beatrice Lorenzin a fare da traino) sulla base di una inesistente epidemia di morbillo.
L’Agenda prevede vaccinazioni per tutti i paesi del mondo indipendentemente dalla situazione sanitaria di ciascun paese (per chi voglia sapere tutto sui vaccini pediatrici è cosa lodevole acquistare il ponderoso libro di Roberto Gava ‘Le vaccinazioni pediatriche[2]‘. Per questo libro il professor Gava è stato espulso dall’ordine dei medici).
Quando Trump vinse le elezioni nel 2016 aveva promesso a Robert Kennedy la presidenza di una commissione sui vaccini, anche se i due non erano certamente politicamente affini, per fare chiarezza sui loro effetti collaterali. Vi era infatti un rumor che il figlio di Trump e Melania, Barron, avesse dei problemi di autismo proprio a causa dei vaccini. Ma Bill Gates convinse Trump a non procedere nonostante le promesse elettorali da lui fatte pubblicamente.

La sperimentazione sui vaccini pediatrici fu accolta più o meno in tutti i paesi ma ci furono anche intoppi come una vaccinazione per la polomielite in India che provocò la paralisi di circa 500.000 bambini. L’Agenda comunque prevede diverse tappe perché cambiare la legislazione sui vaccini e sulla sperimentazione genetica associata è cosa impossibile senza la creazione di un grande problema e della successiva emergenza che avrebbe fatto accantonare le dovute cautele. Si utilizza pertanto una vecchia tecnica di manipolazione delle masse che si indica solitamente con ‘Problema, Reazione, Soluzione‘ che significa: si crea un problema, si aspetta che la gente reagisca (con l’aiuto di governi e giornali opportunamente pagati) e si offre infine la soluzione su un piatto d’argento, pretendendo di essere pure ringraziati.

Fu così che nel luglio 2019 la Depuydt, la relatrice della Fondazione Kennedy, fece una relazione internazionale che prevedeva lo scoppio di una pandemia nell’inverno 2020 in concomitanza con l’anno delle elezioni americane (vista anche la difficile situazione finanziaria che stava portando al fallimento il sistema bancario). Ella ammette che non aveva immaginato una situazione così drammatica come quella che si è verificata ma la pandemia che avrebbe portato ad un vaccinazione obbligatoria del mondo era da considerarsi ormai cosa certa. In effetti come questo blog ha più volte riportato in altri articoli, lo sapevano già tutti.

Nel luglio 2020 il Parlamento Europeo ha di fatto abrogato tutte le norme di regolazione sugli organismi geneticamente modificati, compresa la modificazione dei virus e degli esseri umani. I parlamentari non si sono probabilmente resi conto neppure di cosa stavano approvando perché non fu svolta nessuna relazione scientifica di accompagnamento. Ma i nuovi ‘vaccini’ a RNA sono proprio questo, una modificazione genetica degli esseri umani a loro insaputa. La pandemia creava l’emergenza sanitaria indispensabile per poter arrivare a far accettare questa follia alla gente.
In effetti in Italia è ancora proibito usare alcuni Organismi Geneticamente Modificati come il grano ma tutti sono entusiasti di poter modificare geneticamente gli esseri umani con i nuovi ‘vaccini’ a RNA!
La ditta farmaceutica ‘Moderna’, che non ha mai prodotto un vaccino in vita sua, non ha niente a che vedere con l’essere moderna o antica ma significa Mode-RNA, cioè modificare l’RNA. Nel marzo 2019 (cioè ben prima della pandemia) aveva già depositato un brevetto per veicolare messaggi RNA nelle cellule umane ‘in caso di epidemia di coronavirus beta (cioè tipo SARS) sia naturale che intenzionale’ (sic !!!).
Con il COVID-19 tutta la politica sull’utilizzo in agricoltura degli OGM, gli Organismi Geneticamente Modificati, è stata dimenticata e consegnata alla storia perché, da oggi, gli OGM siamo noi.

Il Codid-19 non è solo un’operazione volta a estorcere mostruosi guadagni. È molto di più, è il rendere accettabile alle masse la modifica del nostro patrimonio genetico, sull’onda dell’emergenza sanitaria, tramite i ‘vaccini’ a RNA.

Il bravissimo Francesco Toscano a questo punto fa alla relatrice la domanda da un milione di dollari: “Ma a che pro fare tutto ciò?”. La Depuydt non risponde ed elude abilmente la domanda cambiando discorso.
Forse che non ci vuole dire il fine ultimo di tale colpo di stato globale? (su questo si veda il prezioso libro di Nicola Bizzi e Matteo Martini ‘Operazione Corona. Colpo di Stato globale[3]‘ che meriterà in futuro un articolo a parte). Forse che il fine ultimo è troppo mostruoso per essere anche solo riferito?

Possiamo solo rivolgerci a dei ‘fuori onda’ come ad esempio quello qui riportato nel filmato in cui lo stesso Bill Gates si fa sfuggire un frammento di verità.

O forse dobbiamo ricorrere a dei romanzi che, come solo i romanzi sanno fare, possono raccontare la verità sotto il velo della finzione?
“Alla fine Sarai mormorò: “Marcello, non c’è posto”. E tacque… Trepidante Marcello azzardò: “E per quanta gente ci sarà posto?” (Maurizio Agostini. La Terra canta in Do[4]).