- StoriaSegreta - https://storiasegreta.com -

È il sorpasso!

Pubblichiamo l’ultimo aggiornamento dei dati dell’Istituto Superiore della Sanità sulle diagnosi, sui ricoveri e sui decessi COVID per vaccinati che avevano già presentato qualche settimana fa (qui[1]).
Il motivo è che si è concretizzata una facile previsione: da oggi è ufficiale che i vaccinati hanno un probabilità di ammalarsi di COVID superiore a quella dei non vaccinati e che quindi l’efficacia dei vaccini è, ufficialmente, negativa.

Ma ancora più drammatico è il trend che si può notare nel grafico: tutte le probabilità di avere a che fare con il Covid, sia quella di ammalarsi, o di essere ricoverato o di morire  sono in allarmante crescita per chi è vaccinato.
I vaccinati costituiscono ormai l’87% dei malati e l’85% dei ricoverati (mentre sono l’84% della popolazione) .
Anche la probabililtà di morire per COVID è ormai quasi pari tra vaccicati non (i vaccinati sono già l’80% dei decessi).

I dati ufficiali non fanno altro che confermare, con un po’ di ritardo,  quello che ormai tutti hanno visto tra amici e parenti: sono i vaccinati ad ammalarsi e ad avere problemi con il COVID.
Non è verò che i vaccini non servono a nulla, in realtà peggiorano la situazione.

Dove si arriverà?
Doremo aspettare che si ammali di COVID solo che è vaccinato per vedere i responsabili di questa campagna criminale rendere conto delle loro colpe?